Attenzione! E' possibile che si verifichino problemi per la visulizzazione di questa pagina web con il browser in uso. Per un miglior utilizzo si consiglia di aggiornare il browser.
 

Corsi interaziendali

La formazione dei Responsabili e degli Addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

New

Il percorso formativo "abilitante" è rivolto ai Responsabili e agli Addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle Aziende bancarie e finanzi arie. Per venire incontro alle esigenze organizzative delle Banche, la  formazione sarà svolta seguendo il regime transitorio di un anno del “vecchio” Accordo Stato Regioni 2011, che prevede le durate del Mod. A di 28 ore e del Mod. B di 12 ore di aula in p resenza anziché di 48 ore secondo l’Accordo 2016.


Obiettivi

  • Abilitazione per i ruoli di RSPP e ASPP secondo le indicazioni secondo l’Accordo Stato Regioni 2011 (in vigenza transitoria, ex Accordo 2016)

Destinatari

Responsabili e Addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle Aziende bancarie e finanziarie.


Prerequisiti

Nomina aziendale come RSPP o ASPP.


Programma didattico

Argomenti principali

  • L’approccio alla prevenzione attraverso il d. lgs. 81/2008 per un percorso di miglioramento della salute dei lavoratori
  • Il sistema legislativo: normative di riferimento
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d. lgs. 81/2008: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali
  • Il sistema pubblico della prevenzione
  • I criteri e gli strumenti per l'individuazione dei rischi
  • Documento di valutazione dei rischi
  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
  • Rischio incendio ed esplosione
  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla normativa di salute e sicurezza (I)
  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla normativa di igiene del lavoro (II)
  • Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio
  • Tipologia di rischio per il macro-settore bancario (Ateco 9)
  • Organizzazione e sistemi di gestione
  • Il sistema delle relazioni e della comunicazione
  • Rischi di natura psicosociale
  • Rischi di natura ergonomica
  • Ruolo dell'informazione e della formazione

Modulo A

Modulo A1 (4 ore)

1.L'approccio alla prevenzione attraverso il d.lgs. 81/2008 e s.m.i. per un percorso di miglioramento della salute dei lavoratori

  • La filosofia del d. lgs. 81/2008 in riferimento all'organizzazione di un sistema di prevenzione aziendale

2. Il sistema legislativo: normative di riferimento

  • La gerarchia delle fonti giuridiche
  • Le direttive europee
  • La Costituzione, il Codice Civile e il Codice Penale
  • L'evoluzione della normativa
  • Lo Statuto dei lavoratori e la normativa sull'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali
  • Il d. lgs. 81/2008: l'organizzazione della prevenzione in azienda, i rischi considerati e le misure preventive esaminati in modo associato alla normativa collegata

Modulo A2 (4 ore)

3. I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d. lgs. 81/2008: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali

  • Il datore di lavoro, i dirigenti e i preposti
  • Il responsabile SPP
  • Gli addetti SPP
  • Il medico competente
  • Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) e i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST
  • Gli addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso
  • I lavoratori
  • I progettisti, i fabbricanti, i fornitori e gli installatori
  • I lavoratori autonomi

4. Il sistema pubblico della prevenzione

  • La vigilanza e il controllo
  • Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni
  • Le omologazioni e le verifiche periodiche
  • L'informazione, l'assistenza e la consulenza
  • Gli organismi paritetici e gli accordi di categoria

Modulo A3 (4 ore)

5. I criteri e gli strumenti per l'individuazione dei rischi

  • I concetti di pericolo, rischio, danno e prevenzione
  • Il principio di precauzione, l'attenzione al genere, il clima delle relazioni aziendali, il rischio molestie e il mobbing
  • L'analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo, registro infortuni
  • Le fonti statistiche: strumenti e materiale informativo disponibile
  • L'informazione sui criteri, metodi e strumenti per la valutazione dei rischi (Linee guida regionali, CEE, modelli basati su check list, la norma UNI EN 1050/98)

6. Documento di valutazione dei rischi

  • Contenuti e specificità: metodologia della valutazione e criteri utilizzati
  • Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento
  • Definizione di un sistema di controllo dell'efficienza e dell'efficacia nel tempo delle misure attuate

Modulo A4 (4 ore)

7. La classificazione dei rischi in relazione alla normativa

  • Il rischio da ambienti di lavoro
  • Il rischio elettrico
  • Il rischio meccanico, macchine, attrezzature
  • Il rischio di movimentazione merci
  • Il rischio cadute dall'alto
  • Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti

8. Rischio incendio ed esplosione

  • Il quadro legislativo antincendio e CPI
  • La gestione delle emergenze elementari

Modulo A5 (4 ore)

9. La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla normativa di salute e sicurezza (I)

  • Le principali malattie professional
  • I rischi cancerogeni e mutageni
  • Il rischio chimico
  • La tenuta dei registri di esposizione dei lavoratori alle diverse tipologie di rischio che li richiedono

Modulo A6 (4 ore)

10. La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla normativa di igiene del lavoro (II)

  • Il rischio rumore
  • Il rischio vibrazioni
  • Il rischio VDT
  • Il rischio movimentazione manuale dei carichi
  • I rischi di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
  • Il rischio da campi elettromagnetici
  • Il microclima
  • L'illuminazione

Modulo A7 (4 ore)

11. Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio

  • Il piano delle misure di prevenzione
  • Il piano e la gestione del pronto soccorso
  • La sorveglianza sanitaria
  • Il Dispositivo di Protezione Individuale (DPI): criteri di scelta e di utilizzo
  • La gestione degli appalti
  • L'informazione, la formazione e l'addestramento dei lavoratori

Verifica finale delle competenze

Modulo B

Modulo B (12 ore)

1. Tipologia di rischio per il macro-settore bancario (Ateco 9)

  • I rischi chimici
  • I rischi biologici
  • I rischi fisici
  • Il rischio organizzazione del lavoro. Lo stress lavoro correlato
  • Il rischio rapina
  • Il rischio infortuni
  • La sicurezza antincendio
  • Il DPI

Verifica finale delle competenze

Modulo C

Modulo C1 (8 ore)

1. Organizzazione e sistemi di gestione

  • La valutazione del rischio come: a) processo di pianificazione della prevenzione; b) conoscenza del sistema di organizzazione aziendale; c) elaborazione di metodi per il controllo dell'efficacia e dell'efficienza nel tempo dei provvedimenti presi
  • Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI, INAIL, integrazione e confronto con norme standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.)
  • Il processo di miglioramento continuo
  • Organizzazione e gestione integrata delle attività tecnico-amministrative

Modulo C2 (4 ore)

2. Il sistema delle relazioni e della comunicazione

  • Il sistema delle relazioni: RLS, medico competente, lavoratori, datore di lavoro, enti pubblici, fornitori, ecc.
  • La gestione della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro
  • I metodi, le tecniche e gli strumenti della comunicazione
  • La gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica
  • La negoziazione e la gestione delle relazioni sindacali

3. Rischi di natura psicosociale

  • Elementi di comprensione e differenziazione fra stress, mobbing e burn-out
  • Le conseguenze dei rischi da tali fenomeni sull'efficienza organizzativa, sul comportamento di sicurezza del lavoratore e sul suo stato di salute
  • Gli strumenti, i metodi e le misure della prevenzione
  • L'analisi dei bisogni didattici

Modulo C3 (4 ore)

4. Rischi di natura ergonomica

  • L'approccio ergonomico nell'impostazione dei posti di lavoro e delle attrezzature
  • L'approccio ergonomico nell'organizzazione aziendale
  • L'organizzazione come sistema: principi e proprietà dei sistemi

Modulo C4 (8 ore)

5. Ruolo dell'informazione e della formazione

  • Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda
  • Le fonti informative su salute e sicurezza
  • Le metodologie per una corretta informazione in azienda
  • Gli strumenti di informazione su salute e sicurezza del lavoro
  • Elementi di progettazione didattica

Test di verifica finale delle competenze acquisite