Attenzione! E' possibile che si verifichino problemi per la visulizzazione di questa pagina web con il browser in uso. Per un miglior utilizzo si consiglia di aggiornare il browser.
 

Formazione custom

La valutazione del merito creditizio dei soggetti senza obbligo di bilancio

Il quadro economico e normativo globale, impone una revisione delle metodologie di valutazione del merito creditizio e di gestione del rapporto di credito adottate dalle banche nei confronti delle imprese senza obbligo di bilancio.

Il corso consente di valutare correttamente gli aspetti qualitativi dell'impresa, la valenza informativa dei documenti contabili e di valutare il merito creditizio anche attraverso l'utilizzo della documentazione fiscale (IVA e redditi); può essere aggregato come modulo nel percorso formativo “Valutare il merito creditizio”.


Destinatari

Gestori portafoglio retail, portafoglio small business, addetti fidi; responsabili, specialisti e analisti dell'area credito, promotori finanziari, mediatori creditizi, agenti in attività finanziaria.


Prerequisiti

Nessuno.


Contenuti suggeriti

  • Le criticità nel rapporto banca/small business: una nuova definizione di merito creditizio
  • Definire il rischio di credito nelle aziende senza obbligo di bilancio: gli strumenti di analisi quantitativa del merito creditizio e il loro corretto utilizzo
  • Da un'analisi “time series” a un'analisi “cross sectional”
  • L'importanza dell'analisi prospettica: il ruolo crescente del business planning
  • Il ruolo crescente della valutazione dell'equilibrio finanziario ex post ed ex ante
  • La valutazione della coerenza tecnica e temporale della linee di credito: quantificazione del fabbisogno finanziario
  • Definire una griglia qualitativa di valutazione del posizionamento strategico d'impresa
  • Strumenti di valutazione economico/patrimoniali: i documenti contabili e la loro valenza informativa
  • L'utilizzo della documentazione fiscale (dichiarazioni IVA e dei redditi) per la valutazione del merito creditizio
  • Definire un set informativo quantitativo reale: campionamento e stakeholder engagement
  • La valutazione delle garanzie: credito garantito e co-garantito, evoluzioni del contesto di mercato e regolamentare
  • La gestione del credito: monitoraggio e valutazione d'impatto delle variazioni durante il ciclo di vita delle aziende