Attenzione! E' possibile che si verifichino problemi per la visulizzazione di questa pagina web con il browser in uso. Per un miglior utilizzo si consiglia di aggiornare il browser.
 

Corsi interaziendali

Le controversie banca-cliente in materia di servizi di investimento

New
05 Luglio 2017 Durata: 1 giorno

Le regole di funzionamento, il procedimento e gli effetti delle decisioni del nuovo Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) nel quadro degli organismi e dei procedimenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie, l'esame delle principali contestazioni avanzate dai clienti in materia di servizi di investimento e gli orientamenti della giurisprudenza.


Obiettivi

  • Conoscere attori, condizioni e criteri di svolgimento dei procedimenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie
  • Individuare best practice e procedure per la gestione dei reclami della clientela secondo le Linee Guida ESMA
  • Identificare i principali indirizzi giurisprudenziali in merito alle controversie in materia di servizi di investimento attraverso l’esame delle regole di condotta banca-cliente

Destinatari

Responsabili delle aree legale, finanza retail, compliance, risk management, internal audit


Programma didattico

Argomenti principali

  • Risoluzione stragiudiziale delle controversie
  • Prevenzione e gestione delle controversie tra intermediari e clientela
  • La “know your customer” rule
  • L’obbligo di “comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza”
  • Il principio del “Know your Product”
  • Il monitoraggio del prodotto
  • La violazione degli obblighi informativi, quali rimedi?

Programma dettagliato

Risoluzione stragiudiziale delle controversie

  • Alternative Dispute resolution (“ADR”) – Aspetti normativi e organizzativi
  • Il Regolamento del nuovo Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF)
  • Ambito di applicazione
  • Condizioni e criteri di svolgimento del procedimento
  • La natura delle decisioni dell’ACF

 Prevenzione e gestione delle controversie tra intermediari e clientela

  • La trattazione dei reclami quale funzione di contenimento dei rischi legali e reputazionali
  • Le Joint Guidelines dell’ESMA per la gestione dei reclami
  • Quadro normativo nazionale di riferimento
  • Le best practices

La “know your customer” rule

  • L’obbligo di acquisire informazioni sul cliente e la valorizzazione del set informativo
  • La portata dell’obbligo di acquisire e valutare qualsivoglia altra informazione disponibile
  • Affidamento sulle informazioni fornite dal cliente, quali limiti?
  • Rifiuto di fornire informazioni e profilo “virtuale” conservativo del cliente
  • Le dichiarazioni generiche e standardizzate e l’autoreferenzialità delle dichiarazioni.
  • La portata della presunzione di conoscenza dei rischi sottesi all’investimento per i clienti professionali su richiesta.

L’obbligo di “comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza”

  • Le regole di condotta finalizzate alla corretta esecuzione del contratto.
  • La propedeuticità degli obblighi di informazione ai fini dell’adeguatezza/appropriatezza dell’operazione.
  • L’omessa informazione sui rischi dello strumento in rapporto al profilo di rischio del cliente.
  • L’avvertenza sull’ordine di acquisto di inadeguatezza dell’operazione.

Il principio del “Know your Product”

  • L’obbligo di acquisire informazioni sul prodotto
  • Flussi informativi tra case prodotto e distributori: riflessioni sulle novità introdotte dalla MiFID2
  • Le Comunicazioni Consob sui prodotti illiquidi e complessi
  • La due diligence continuativa sui prodotto in c.d. “catalogo”.
  • Le implicazioni del principio del “know your product” nell’esecuzione di ordini in prodotti “fuori catalogo”

Il monitoraggio del prodotto

  • Product monitoring, una declinazione del principio del “KYP”
  • Le variazioni del livello di rischio e l’informativa ai fini del disinvestimento
  • Agenzie di rating: profili di responsabilità
  • Obblighi informativi nei servizi di deposito titoli a custodia e amministrazione accessori alla negoziazione?

La violazione degli obblighi informativi, quali rimedi?

  • La tesi della nullità
  • La tesi dell’inadempimento-risoluzione-annullabilità
  • La tesi della responsabilità precontrattuale
  • La nullità selettiva ed esercizio abusivo del diritto.