Attenzione! E' possibile che si verifichino problemi per la visulizzazione di questa pagina web con il browser in uso. Per un miglior utilizzo si consiglia di aggiornare il browser.
 

Corsi professionalizzanti

Percorso professionalizzante per la funzione antiriciclaggio

Tre moduli formativi per sviluppare le conoscenze metodologiche, tecniche e gestionali necessarie a operare nell’ambito del processo di gestione del rischio di riciclaggio e contribuire alla protezione dell’integrità del settore bancario. Un test finale ne verifica l'acquisizione.


Obiettivi

  • Analizzare gli impatti delle imminenti novità previste dallo schema di decreto attuativo della IV Direttiva antiriciclaggio
  • Individuare gli elementi maggiormente significativi nell’evoluzione della normativa antiriciclaggio in ambito nazionale e comunitario, nonché i riflessi e gli impatti sull’operatività.
  • Valutare il livello di rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo al fine di predisporre procedure, strumenti e controlli appropriati.
  • Identificare l’evoluzione dei rischi di riciclaggio e gli schemi tipici delle operazioni finanziarie criminali al fine di contribuire in modo efficace alle indagini bancarie.
  • Esame delle casistiche di particolare interesse per la rilevazione di fattispecie riconducibili a fenomeni di riciclaggio e finanziamento del terrorismo internazionale

Destinatari

Responsabili e specialisti della funzione antiriciclaggio, delegati antiriciclaggio, responsabili delle segnalazioni delle operazioni sospette, responsabili e specialisti delle aree legale, compliance, risk management, internal audit.


Programma didattico

I moduli

  • Modulo 1 - Il framework normativo
  • Modulo 2 – L'approccio basto sul rischio, il reporting e le relazioni periodiche
  • Modulo 3 – Antiriciclaggio, indagini bancarie e ispezioni

Modulo 1

  • Il percorso professionalizzante per la funzione Antiriciclaggio e il test finale di verifica delle conoscenze acquisite
  • L’analisi nazionale dei rischi di riciclaggio. Il finanziamento del terrorismo internazionale: le minacce, gli strumenti
  • di contrasto e il ruolo delle banche
  • Lo schema di decreto di attuazione della IV Direttiva antiriciclaggio: le imminenti novità
  • Il nuovo impianto sanzionatorio
  • Riciclaggio, auto-riciclaggio e la Responsabilità Ammnistrativa dell’ente ex d.lgs. 231/01
  • Focus sulle limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore ex art. 49 d.lgs. 231/2007
    • La disciplina degli assegni e le Istruzioni di Vigilanza sugli assegni
    • I limiti posti ai libretti di deposito bancari o postali al portatore e agli altri titoli al portatore
  • Adeguata verifica della clientela e tutte le novità dello schema di decreto di attuazione della IV Direttiva antiriciclaggio
  • Evoluzioni e soluzioni del sistema Gianos-3d per l’adeguata verifica
  • Analisi della casistica rilevante in tema di obblighi di adeguata verifica della clientela
  • Gli obblighi di segnalazione di operazioni sospette
  • Esercitazione: processi decisionali che portano a una SOS sulla base di casi pratici
  • Conservazione e registrazione delle informazioni ai fini antiriciclaggio
  • L’invio dei dati aggregati e le statistiche antiriciclaggio aggregate

Modulo 2

La gestione del rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo internazionale: aspetti organizzativi e procedurali

  • Il risk based approach
  • Gli assetti organizzativi a presidio del rischio di riciclaggio
  • La valutazione del rischio di compliance alla normativa antiriciclaggio: metodologie e strumenti

La gestione del rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo internazionale: i sistemi valutativi

  • Dagli impatti sui processi agli eventi di rischio
  • La mappatura dei rischi sui processi
  • La costruzione di uno strumento di gestione e controllo del rischio (ALM Risk Matrix)

L’autovalutazione dei rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo
I flussi informativi: fattori chiave per lo sviluppo di un reporting efficace verso il Consiglio di Amministrazione,
l’Alta Direzione e le altre Funzioni aziendali di controllo
L’introduzione del rischio di riciclaggio nel processo di Risk Appetite Framework
Tableau de bord per lo sviluppo della Relazione annuale: la Relazione, il contenuto e le metodologie di redazione

Case study

  • La gestione del rischio di riciclaggio e recenti evoluzioni in materia di processo di autovalutazione dei rischi AML/CTF
  • La determinazione del rischio residuo e definizione dei piani di intervento correttivi

Modulo 3

Antiriciclaggio e indagini bancarie

  • Gli strumenti per l’indagine bancaria
  • Lo schema di decreto di attuazione della IV Direttiva antiriciclaggio e i riflessi fiscali
  • L’anagrafe dei rapporti e le banche dati a supporto dell’attività di prevenzione dei reati

Antiriciclaggio e indagini finanziarie

  • Il riciclaggio di denaro proveniente da frode fiscale, le verifiche fiscali e le verifiche antiriciclaggio

I nuovi fenomeni di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo internazionale: l’analisi dei casi concreti
Le ispezioni

  • L’ampliamento degli obblighi segnaletici
  • L’attività ispettiva della UIF
  • Analisi di casi

L’assetto dei controlli svolti dalla Banca d’Italia in materia di antiriciclaggio alla luce delle novità introdotte dallo schemadi decreto legislativo attuativo della IV Direttiva 2015/849