Attenzione! E' possibile che si verifichino problemi per la visulizzazione di questa pagina web con il browser in uso. Per un miglior utilizzo si consiglia di aggiornare il browser.
 

Corsi interaziendali

Crediti deteriorati ed evoluzione normativa: le Linee Guida BCE e Banca d’Italia e gli impatti di IFRS9 sui processi del credito

07/09 Maggio 2018 Durata: 3 giorni

Come evolvono i modelli operativi per la gestione del credito deteriorato per banche Significant e Less Significant conformemente alle aspettative della Vigilanza, quali innovazioni normative e regolamentari  - dalla nozione di default alla classificazione delle attività finanziarie deteriorate  - impattano sui processi di riconoscimento e gestione delle esposizioni deteriorate, come evolve il reporting regolamente armonizzato e non in un corso che dedica uno specifico focus agli impatti di IFRS 9 sui processi del credito nell’anno della first time adoption.

 

Il modulo "Crediti deteriorati ed evoluzione normativa" fa parte del Percorso Professionalizzante "Esperto nella prevenzione e gestione del credito problematico"


Destinatari

Responsabili monitoraggio qualità credito, responsabili e specialisti dell'area credito, analisti qualità credito, responsabili e specialisti dell'area legale.


Programma didattico

Argomenti principali

  • CLASSIFICAZIONE DEI CREDITI DETERIORATI E NOZIONE DI DEFAULT
  • LA FIRST TIME ADOPTION DI IFRS 9 E I POSSIBILI IMPATTI SUI PROCESSI DEL CREDITO
  • L’EFFICIENTAMENTO DEL MODELLO DI GESTIONE DEGLI NPE NELLE LINEE GUIDA BCE-BANCA D’ITALIA
  • LE MISURE DI CONCESSIONE

Programma dettagliato

CLASSIFICAZIONE DEI CREDITI DETERIORATI E NOZIONE DI DEFAULT

  • NPL: dimensione del fenomeno e trend evolutivi
  • La nozione di default prevista dalla normativa e prospettive di evoluzione secondo i nuovi standards EBA
  • La classificazione dei crediti deteriorati EBA/Banca d’Italia: i processi di riconoscimento e gestione del credito deteriorato
  • Identificazione e gestione delle forborne exposures

LA FIRST TIME ADOPTION DI IFRS 9 E I POSSIBILI IMPATTI SUI PROCESSI DEL CREDITO

  • Nuovi criteri di classificazione dei crediti: il test SPPI
  • Le regole di staging previste dal nuovo standard
  • Calcolo delle perdite attese a 12 mesi e lifetime
  • Il possibile impatto dell’IFRS 9 sulle politiche di allocazione del credito, sui criteri di selezione della clientela, sull’early warning

L’EFFICIENTAMENTO DEL MODELLO DI GESTIONE DEGLI NPE NELLE LINEE GUIDA BCE-BANCA D’ITALIA

  • Evoluzione del modello di governance e dell’assetto organizzativo del comparto NPL
  • La gestione proattiva dei Non Performing Asset: criteri di classificazione e segmentazione NPA
  • Meccanismi di rilevazione dei primi segnali di anomalia
  • Accelerazione dei tempi di lavorazione e capacità di valutazione della situazione finanziaria del debitore

LE MISURE DI CONCESSIONE

  • Principali misure di forbearance a breve e a lungo termine: esempi di applicazione
  • Evoluzione del processo di valutazione e degli strumenti di supporto
  • Verifica di sostenibilità delle misure di concessione e monitoraggio delle concessioni in essere
  • Misure di forbearance e gestione attiva degli unlikely to pay per limitare i flussi di nuove sofferenze: un approccio operativo

IL REPORTING REGOLAMENTARE E IL PATRIMONIO INFORMATIVO RICHIESTO SUGLI NPL

  • Il patrimonio informativo richiesto per gli NPL: le aree informative, i principali gap da indirizzare e il framework di data quality
  • Classificazione gestionale vs classificazione regolamentare
  • Gli esercizi BCE per le significant (stock take e strategy report)
  • Il reporting armonizzato (Finrep e AnaCredit) e non armonizzato (segnalazione sofferenze e archivio perdite)

STRATEGIE E MODELLI OPERATIVI DI GESTIONE DEL CREDITO DETERIORATO: UN QUADRO D’INSIEME